Via G. Paladini, 44 – 73100 LECCE

info@colonialbar.it

328 6583559

Colonial Cocktail Bar

tequila e mezcal differenze

Tequila e mezcal: le differenze

Se Cuba è la culla del rhum, il Messico lo è per la tequila e il mezcal.

Due distillati molto apprezzati e spesso utilizzati per la miscelazione.

Sia la tequila che il mezcal sono prodotti in Messico dalla pianta di agave. Alcuni potrebbero pensare che non ci sia differenza tra loro, tuttavia, si differenziano per le varietà di piante di agave impiegate, per il processo e l’area geografica di produzione. Di seguito vi spieghiamo le differenze tra tequila e mezcal.

Tequila

In origine, la tequila era considerata un tipo di mezcal. Era etichettato come “Mezcal de Tequila” (Mezcal di Tequila). La tequila è un distillato di succo d’agave, prodotta in specifiche regioni del Messico e deve essere prodotta esclusivamente con agave blu (agave tequilana).

Mezcal

Come la tequila, anche il mezcal è distillato di succo d’agave, e la sua storia risale agli Aztechi e forse a una tribù ancora più antica, gli Olmechi, che preparavano il “pulque“, una bevanda cerimoniale fatta dalla polpa fermentata di agave. Il mezcal può essere prodotto da oltre 30 varietà di agave. Quelle più comuni utilizzate per il mezcal sono tobalá, tobaziche, tepeztate, arroqueño e espadín, che è l’agave più comune e rappresenta fino al 90% del mezcal. Esistono più tipologie di Mezcal, con caratteristiche, aromi, profumi e sapori differenti.

produzione mezcal

Le regioni di produzione

La tequila e il mezcal provengono principalmente da diverse regioni del Messico. La tequila viene prodotta in cinque località: Michoacán, Guanajuato, Nayarit, Tamaulipas e Jalisco, dove si trova la città di Tequila. Al contrario, il mezcal è prodotto in nove diverse aree del Messico: Durango, Guanajuato, Guerrero, San Luis Potosi, Tamaulipas, Zacatecas, Michoacán, Puebla e Oaxaca, dove viene prodotto l’85% di tutto il mezcal.

Differenze nel processo di produzione

Sia la tequila che il mezcal sono ricavati dal ‘cuore’ raccolto della pianta di agave, nota come “piña” (perché una volta rimosse le spine assomiglia ad un ananas). È qui che finiscono le somiglianze nella produzione. La tequila viene in genere prodotta cuocendo a vapore l’agave all’interno dei forni industriali prima di essere distillata due o tre volte in pentole di rame. Il mezcal, invece,è tostato all’interno di fosse di terra rivestite con rocce laviche e riempite con legno e carbone prima di essere distillate in vasi di terracotta. Mentre alcuni produttori di mezcal su larga scala hanno adottato metodi moderni, i produttori di mezcal artigianali continuano ad usare questo metodo più tradizionale, che dona quel gusto affumicato tipico del mezcal.

Il processo di produzione della tequila è strettamente regolamentato: per legge la tequila può essere etichettata e venduta solo con questo nome se l’agave blu costituisce oltre la metà degli zuccheri fermentati nella bevanda.

Una volta che il processo di distillazione è finito, sia la tequila che il mezcal sono invecchiati all’interno dei barili di rovere. Tuttavia, le diverse categorie di invecchiamento dei due alcolici sono definite in modo leggermente diverso. Ad esempio, la tequila è disponibile in tre varietà: blanco (argento o platone / 0-2 mesi), reposado (2-12 mesi) e anejo (1-3 anni). Il mezcal è anche raggruppato in tre categorie per età, tra cui joven (blanco o abacado / 0-2 mesi), reposado (2-12 mesi) e anejo (almeno un anno). Il mezcal si può degustare come:

  • Blanco, un prodotto molto aromatico e delicato, le cui note caratteristiche vengono conferitegli grazie all’aggiunta, durante la messa in bottiglia, del gusano del maguey, un verme che si trova alla base della pianta, molto difficile da trovare, poiché se ne forma uno soltanto per pianta. Nel Blanco possono essere aggiunte anche delle erbe aromatiche in sostituzione del gusano, ma il prodotto è meno tradizionale.
  • Reposado, le cui caratteristiche vengono esemplificate tramite il nome, perché viene invecchiato in botti di legno da due mesi a un anno.
  • Añejo, invecchiato più di uno anno. La qualità è molto alta e questa tipologia di Mezcal è la migliore in commercio e la più costosa.

La popolarità del mezcal è cresciuta negli ultimi anni e le persone mostrano apprezzamento per la varietà di sapori, a seconda del tipo di agave utilizzato, del luogo in cui è stato coltivato e del tocco speciale di ciascun produttore. Le esportazioni di mezcal sono triplicate negli ultimi anni, raggiungendo quelle della tequila.

Tradizionalmente, in Messico, questi liquori sono bevuti lisci e a temperatura ambiente. Entrambi i distillati sono impiegati nella miscelazione dei drink: con la tequila vengono realizzati cocktail come il Margarita, il Tequila sunrise, il Long Island Iced Tea.

cocktail bar lecce centro

 

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.